L’ENDODONZIA MODERNA HA RESO POSSIBILE IL RECUPERO DEI DENTI SENZA IL BISOGNO DI ESTRARLI

 

 

L’endodonzia è una branca dell’odontoiatria che si occupa di curare le affezioni che colpiscono la polpa del dente, ovvero lo spazio interno centrale dell’elemento dentario, che è costituito dai vasi sanguini e dal nervo.

Un dente viene devitalizzato per diversi motivi: una carie trascurata profonda, fratture o traumi. Se l’infiammazione pulpare non viene correttamente curata, può provocare forte dolore, sensibilità termica (caldo|freddo) o pressoria (masticazione) e, nei casi cronicizzati, a granulomi o ascessi.

Un dente può essere devitalizzato anche quando l’elemento dentario deve essere coinvolto in riabilitazioni protesiche (capsule, ponti…) che possano determinare una modificazione della struttura dentaria tale da coinvolgere l’area pulpare.

Una precisa e accurata cura endodontica è una garanzia di tutti i lavori protesici successivi.