shutterstock_118428085

 

Durante la gravidanza avvengono nelle donne mutamenti fisiologici che mettono a rischio la salute dei denti.

GRAVIDANZA E GENGIVITI

In gravidanza c’è un aumento delle concentrazioni di alcuni ormoni tra cui l’estradiolo e il progesterone, i quali favoriscono la crescita di alcuni batteri che provocano infiammazioni a livello della mucosa orale e gengivale.

Gli ormoni della gravidanza che circolano nell’organismo delle donne incinte, potrebbero causare infatti leggeri gonfiori e perdite di sangue dalle gengive, in particolare usando lo spazzolino e il filo interdentale.

Se la gengivite gravidica non viene adeguatamente trattata può portare ad infiammazione come la paradontite che determina la perdita dell’osso alveolare e la stabilità del dente. Per questo viene consigliata, dopo il primo trimestre, una seduta di igiene ad intervalli più brevi se si hanno avuto precedenti episodi di paradontite.

SPAZZOLINO E FILO INTERDENTALE

Per mantenere sane le gengive bisogna lavarsi i denti dopo ogni pasto e passare il filo interdentale almeno una volta al giorno.

CHEWING-GUM

La saliva è la più grande difesa naturale che abbiamo nella nostra bocca.

Se tra un pasto e l’altro mastichiamo gomme senza zucchero, aumentiamo il flusso salivare che ci aiuta a neutralizzare gli acidi della placca e tenere sotto controllo i batteri.

CONTROLLI

L’ideale sarebbe recarsi dal dentista prima del concepimento, in modo da prevenire i disturbi dentali o risolverli per tempo.

Se non si è ancora in gravidanza, è consigliata una visita approfondita dal dentista per una seduta di igiene e per escludere la presenza di carie, infezioni, ascessi e denti del giudizio che necessitano di cure.

E’ consigliato invece alle donne incinte di pulirsi accuratamente i denti con uno spazzolino di media durezza, un dentifricio al fluoro e usare regolarmente il filo interdentale.

RACCOMANDAZIONI

  • Non fumare per almeno 9 mesi di attesa.
  • Il fumo riduce la quantità di ossigeno che arriva al feto danneggiando anche la formazione dei denti.
  • Avere un’alimentazione equilibrata che comprenda vitamine A,B,C,PP e ferro. Un ampio rapporto di vitamina C, D e Calcio aiuta la mineralizzazione delle ossa e dei denti.
  • Limitare snack a base di zuccheri per evitare l’insorgere delle carie.
  • Appena si avverte fastidio alle gengive, è bene ricorrere dal dentista per evitare l’insorgere di gengiviti.
  • Avvertire il dentista per tempo che si è in gravidanza e se si stanno assumendo farmaci
  • E’ possibile recarsi dal dentista durante il terzo trimestre

Valutare con il dentista la supplementazione di fluoro, che aiuta i denti a resistere all’azione cariogena dei batteri che alloggiano nella placca dentale.